News

Ventimiglia, presentato piano rigenerazione urbana da 200mln

  • Da residence lusso a piscina olimpionica e scuola internazionale

Residence di lusso, un centro esclusivo per la salute, una piscina olimpionica, ma anche campi da tennis, un ristorante stellato, una scuola internazionale dalle primarie alle superiori e un ascensore per collegare il centro storico al porto. Sono alcuni dei progetti del piano di rigenerazione urbana di Ventimiglia, presentato oggi in Comune a Ventimiglia, alla presenza del sindaco della città di confine, Gaetano Scullino e di Giuseppe Noto, ad della Marina Devolpment Corporation, società nata nel 2020 a Ventimiglia, attiva nello sviluppo di progetti immobiliari di eccellenza.

“Marina di Ventimiglia, che prevede un investimento complessivo di 200 milioni – ha affermato Noto – si svilupperà su una superficie totale di 57mila metri quadrati per una superficie agibile di oltre 18mila metri quadrati. Comprende più interventi: il principale, Borgo del Forte, interesserà l’area degli Scoglietti e di Marina San Giuseppe. Qui sorgeranno una struttura alberghiera alto di gamma: un hotel 5 stelle di venti camere, palestra, Spa e ristorante, sessanta appartamenti gestite dallo stesso hotel e settanta appartamenti brandizzati”. Del progetto fanno anche parte la realizzazione del ristorante “La Rocca”, collocato a ovest del complesso residenziale-alberghiero, e “Club Italia”, che prevede la trasformazione della palazzina ex Aci in un polo food&beverage di eccellenza. Inoltre in area Campasso (30mila metri quadrati), alle spalle dell’area naturalistica che sorge sulla foce del fiume Nervia, sarà realizzato Borgo del Forte Campus: un campus internazionale con parco a verde pubblico, sei campi da tennis, una piscina olimpionica, una scuola internazionale con annesso dormitorio per docenti, studenti e atleti, e uno spazio eventi.

L’intervento prevede anche la riqualificazione dei capannoni esistenti con funzioni miste. “Da subito abbiamo detto che chiunque venga a Ventimiglia ad investire è il ben venuto e oggi lo confermiamo”, ha detto Scullino, escludendo che ci saranno “colate di cemento e speculazioni selvagge”. Gli interventi, che vedono come principale promotore l’uomo d’affari olandese, Robert Thielen, dovrebbero iniziare a giugno del 2022, per concludersi nel 2024.